MUSICA: ALL'ARGENTINA IL 'RATTO' DIRETTO DA CLAIRE GIBAULT
MUSICA: ALL'ARGENTINA IL 'RATTO' DIRETTO DA CLAIRE GIBAULT
LA MUSICA, UNIVERSO CHIUSO E MASCHILISTA

Roma, 18 ott. - (Adnkronos) - ''L'universo musicale? Chiuso, conservatore, maschilista'': parola di Claire Gibault, giovane e affascinante direttrice d'orchestra francese, una delle poche donne al mondo a salire sul podio (dal 1990 sino al 1998 alla guida dell'Orchestra dell'Opera National de Lyon e dell'Atelier Lyrique et la Maitrise). Da stasera sino al 22 ottobre (il 18 e il 19 recite pomeridiane, alle ore 16, riservate alle scuole) dirigera' al Teatro Argentina ''Il ratto del Serraglio'' di Mozart, (in lingua originale con sottotitoli in italiano) per la regia di Fabio Sparvoli con l'Orchestra del Lazio e i giovani cantanti del neonato Laboratorio ''Voci in musica'', orgoglio e gioiello della Citta' della Musica di Mimma Guastoni, ideata da Renzo Piano che vedra' la luce nella primavera del 2002.

Interpreti principali del ''Ratto'' Andrew Douglas Forbes, Cezary Stoch Arkadiusz (Belmonte), Suren Shakhijanyan, Giovanni Tarasconi (Osmin), Antonio Mannarino, Alain-Pierre Wingelinckx (Pedrillo), Ana Lushi, Elena Mosuc (Konstanze), Paulette Elisabeth Courtin, Sabrina De Sanctis (Blonde).

Tre anni di contratto per Claire Gibault a Roma. Si occupera' sino al 2003 del Laboratorio ''Voci in musica'' e del Coro delle Voci Bianche del nuovo Auditorium. ''Ho rifiutato offerte importanti -confessa la Gibault, che ha diretto in passato al Covent Garden di Londra, al Festival di Edimburgo, alla Scala di Milano, all'Opera-Bastille, all'Opera-Comique, all'Hebbel Theater di Berlino-. Ma l'insegnamento mi ha sempre appassionato. Donarsi agli altri? Evita di cadere in trappole pericolose. L'egocentrismo, la megalomania... Come accade a molti direttori d'orchestra''. Claire Gibault e' donna e madre (Jose' e Elisa, 14 e 9 anni, due bambini africani adottati in Togo). ''In scena -precisa ancora- tento sempre di nascondere la mia femminilita'. Pantaloni e giacche, completi neri asessuati, anche se troppo spesso in una donna si ricercano qualita' materne come la dolcezza e la tenerezza''. (segue)

(Cap/Rs/Adnkronos)