RAIUNO: ''ATLANTIS'' - IL CONTINENTE SOMMERSO (2)
RAIUNO: ''ATLANTIS'' - IL CONTINENTE SOMMERSO (2)

(Adnkronos) -

LA STORIA VERA CHE E' ALL'ORIGINE DI ATLANTIS

La vicenda da cui scaturisce Atlantis e' la storia vera di Roberta R., una ragazza non ancora maggiorenne che una notte, sfinita dal disamore di una famiglia in cui non si sente accettata, decide di uscire di casa col suo bambino di due anni, avuto da un padre di cui non vuole rivelare l'identita'.

Col suo piccolo, Roberta comincia un viaggio alla ricerca di un approdo sicuro, di affetti veri, di un lavoro stabile e dignitoso. La sua odissea a margini della metropoli, nel magma insidioso dell'hinterland, diventa l'occasione per una scoperta, a volte poetica, a volte cruda e dolorosa, della realta' piu' vera del mondo che la circonda. E' un viaggio pieno di felici sorprese, incontri imprevisti, di amare scoperte, che diventa per lei un tirocinio intensivo alla vita e che l'obbliga giorno per giorno, a una lunga serie di scelte, spesso decisive. E' cosi' che la ragazza, esercitando anche la sua prematura responsabilita' di madre, puo' scoprire e verificare cio' che vuole veramente per se' e per il suo bambino. L'autore ha raccolto, in diverse fasi e nel corso stesso delle riprese, dalla stessa Roberta il racconto delle sue vicende, per trasferirle nel racconto ''in progress'' di Atlantis.

COME ROBERTA E' DIVENTATA SAMANTHA

Per non rendere piu' difficile, esponendola brutalmente sul piccolo schermo, la storia vera di Roberta R. (anche questo e' un nome finto, per evitarne l'identificazione), l'autore ha deciso di trasferire la sua vicenda sul volto di una coetanea, che non ha mai recitato prima di oggi e che e' stata scelta fra duecento ragazze provinate. La protagonista di Atlantis e' dunque Ilenia Lazzarin, una figurina snella e aggraziata, un corpo tenero di adolescente, ma al tempo stesso un carattere determinato, una consapevolezza rara per la sua eta', una sensibilita' acutissima nell'intuire le sensazioni e i sentimenti di una ragazza madre alla ricerca di se stessa e del proprio futuro. Cosi' nel film Ilenia e' diventa Samantha, per rappresentare quel personaggio reale di cui le e' stata raccontata la vita incerta e avventurosa.

La ragazza e' approdata ai provini quasi per caso, in cerca solo di una particina come comparsa, non vuole diventare un'attrice professionista, non e' affascinata dal mito della celebrita' televisiva, non sogna di trasformarsi in una star del piccolo schermo. E l'autore non le ha chiesto di ''recitare'' un personaggio finto, ma solo di ''rappresentare'' a suo modo, davanti alla telecamera, il candore inconsapevole di una coetanea, immaginandone e rivivendone le sensazioni e i sentimenti davanti alla telecamera, cos? come forse le ha vissute la stessa Roberta nella realta' della sua vita. (segue)

(Red/Zn/Adnkronos)