IMMIGRATI: GIUDICI MILANO DIVISI SU LEGGE TURCO-NAPOLITANO
IMMIGRATI: GIUDICI MILANO DIVISI SU LEGGE TURCO-NAPOLITANO

Milano, 7 nov. - (Adnkronos) - Nuova giornata di udienze, al Tribunale di Milano, per la convalida dei fermi nei confronti di clandestini trattenuti nel Centro di via Corelli in attesa di essere espulsi, e nuovi orientamenti contrastanti da parte dei giudici sulla legge 'Turco-Napolitano'. Se ieri il giudice Bianca La Monica aveva liberato un gruppo di extracomunitari non regolari sollevando una nuova eccezione di costituzionalita', oggi un altro giudice, Caterina Apostoliti, ha invece convalidato il trattenimento per 14 clandestini.

Intanto gli avvocati si attrezzano. Uno dei legali iscritti nelle liste delle difese d'ufficio per il centro di via Corelli, Roberto Falessi, suggerisce ai colleghi di proporre quotidianamente le questioni di incostituzionalita' sollevate sulla legge, fino ad oggi, da due giudici milanesi, ''costringendo cosi' i 123 giudici di turno in via Corelli -afferma il legale- a confrontarsi con i vizi di legittimita' del decreto legislativo rilevati dalla parte della magistratura piu' sensibile alla tutela costituzionale dei diritti fondamentali della persona''.

(Red-Cri/Zn/Adnkronos)