SANREMO: PAPI AL DOPOFESTIVAL, VITTIMA DI UNA CARRAMBATA
SANREMO: PAPI AL DOPOFESTIVAL, VITTIMA DI UNA CARRAMBATA
''IL FESTIVAL E' UN'OASI EXTRATERRITORIALE DELLA TV''

Roma, 30 gen. - (Adnkronos) - Enrico Papi affianchera' Raffaella Carra' nel dopofestival del Sanremo 2001. Il conduttore di ''Sarabanda'' ironizza sull'ingaggio da parte della padrona di casa del prossimo Festival: ''Mi ha fatto una 'carrambata' -dice- e' stata una sorpresa e ringrazio Mediaset per avermi dato questa possibilita' concedendomi la liberatoria. D'altronde Sanremo e' una specie di oasi extraterritoriale della tv italiana, che varca i confini della concorrenza''.

Papi ammette di non conoscere ancora bene i dettagli della sua partecipazione (''li stiamo ancora definendo'', dice) e spiega che da tempo sognava di fare qualcosa con la Carra': ''Abbiamo due cose in comune: siamo entrambi del segno dei gemelli e poi mia moglie si chiama come lei. Scherzi a parte, sono stato ospite del programma di Raffaella all'inizio della stagione. Ci siamo divertiti molto e ci siamo detti che sarebbe stato molto bello fare qualcosa insieme, prima o poi. E Sanremo e' davvero una bella cosa. Questa esperienza mi solletica molto. Spero di poter fare quello che avrei voluto vedere a Sanremo negli ultimi anni: il battitore libero in trasferta nella citta' dei fiori. Ma in realta' non so cosa vorranno che io faccia. In ogni caso sono molto contento''.

Per Papi non sara' la prima trasferta sanremese: c'era gia' stato nei panni di 'telepaparazzo' per Raiuno e poi per ''Verissimo'' (''era l'anno di Mike e presi le botte dai suoi gorilla''). Ma a Sanremo e' legato anche un altro importante ricordo del conduttore: ''Mi trovavo li' per la Rai quando Mediaset mi propose di prendere il posto di Sgarbi nel palinsesto di Canale 5. Pensai ad uno scherzo. E invece...''.

(Nex/Rs/Adnkronos)