'SATYRICON': DAGLI SLIP DELLA FALCHI ALLA COPROFAGIA
'SATYRICON': DAGLI SLIP DELLA FALCHI ALLA COPROFAGIA
CINQUE PUNTATE TRA BORDATE E POLITICI

Roma, 8 feb. - (Adnkronos) - Cinque puntate per uno scandalo. La storia vicenda di 'Satyricon', il programma di Daniele Luttazzi, ha avuto dall'inizio una connotazione provocatoria. Gia' dal primo appuntamento, il 10 gennaio, la trasmissione di Raidue ha avuto feroci reazioni dopo lo sketch di Anna Falchi: l'attrice si e' tolta le mutandine per contribuire ad una finta causa in favore del cagnolino Snoopy e le ha consegnate al comico che le ha odorate. Non contento dello scandalo provocato, nel corso della seconda puntata Luttazzi si e' presentato con gli slip rossi della discordia nel taschino: 'Un uomo che ha annusato le mutandine di Anna Falchi ancora tiepide...'', ha commentato.

E ancora battute del tipo: 'C'e' qualcuno che sostiene che Dio sia femmina. Non ci credo, se Dio fosse una donna, lo sperma sarebbe nutella''. Le polemiche sono di nuovo volate alte dopo la terza puntata in cui Luttazzi ha ospitato il ministro della Giustizia, Piero Fassino. Tra i bersagli della trasmissione, Psi, Rutelli e Berlusconi, 'bordate' su Bruno Vespa (citato con una pesante battuta anche nei titoli di testa) e George Bush definito 'abortista e guerrafondaio' e sulle elezioni: 'Somigliano sempre piu' all'entrare in un pornoshop e chiedersi quale vibratore fara' meno male'. Poi la puntata di ieri: iniziata e finita con il pasto di escrementi ma inframezzata da battute al vetriolo su politici, Scattone e il Papa.

(Mag/Pn/Adnkronos)