**COM IL CDA ESAMINA LA TRIMESTRALE AL 31 DICEMBRE 2000
**COM IL CDA ESAMINA LA TRIMESTRALE AL 31 DICEMBRE 2000

A cura di: Media Relations SANPAOLO IMI (SANPAOLO IMI SpA)

Confermato utile netto consolidato a 1.292 milioni di Euro (+23%), pari a L. 2.502 miliardi. Proposto dividendo di 1.100 lire

Torino - Trovano piena conferma i risultati economici consolidati dell'esercizio appena concluso, anticipati il mese scorso ai mercati: utile netto consolidato di Euro 1.292 milioni (pari a 2.502 miliardi di lire) con un incremento annuo del 23% e ROE del 18,1%, in crescita rispetto al 14% del 1999. Ne ha preso atto oggi il Consiglio di Amministrazione di SANPAOLO IMI S.p.A., che in sede di approvazione dei conti del quarto trimestre 2000 ha deciso di proporre all'Assemblea degli Azionisti un dividendo di L. 1.100 per azione, pari ad Euro 0,568 (stacco cedola 21 maggio 2001, pagamento al 24 maggio), rispetto a quello di L. 1.000 riconosciuto lo scorso anno.

Tutti i margini reddituali presentano una crescita rispetto all'esercizio precedente: - margine di interesse: +7,2%, grazie soprattutto alla positiva evoluzione dei volumi intermediati con la clientela; - commissioni nette: +19,4%, soprattutto in relazione al positivo andamento del risparmio gestito; - margine di intermediazione: +10,3%; - spese amministrative: +7,5%, principalmente a causa dei significativi investimenti finalizzati al potenziamento della rete di vendita e dei nuovi canali telematici; - utile ordinario: +20,1%.

Notevole e' stato il contributo apportato dal risparmio gestito, comparto di rilevanza strategica per il Gruppo, che ha evidenziato nel corso del 2000 ritmi di crescita superiori alla media di mercato: - consistenza del risparmio gestito globale: 122,2 miliardi di Euro (9,4% in piu' rispetto a fine 1999) prima del consolidamento integrale del Banco di Napoli e 128,8 miliardi di Euro tenuto conto dei volumi relativi al Banco; - consistenza dei fondi comuni e delle gestioni patrimoniali in fondi: Euro 100,9 miliardi (+7,8%) prima del consolidamento del Banco di Napoli e 105,6 miliardi di Euro (corrispondente ad una quota di mercato al 18,9%) considerando anche i volumi del Banco; - consistenza delle polizze vita del Gruppo: Euro 12,4 miliardi (+24,6%) con una quota di mercato del 6,6% sull'intero mercato assicurativo vita; - il favorevole andamento del risparmio gestito e' proseguito nel mese di gennaio 2001: i fondi comuni del Gruppo hanno infatti segnato una raccolta netta mensile positiva di 348 milioni di Euro, in controtendenza rispetto al sistema.

Gli impieghi netti a clientela del Gruppo, prima del consolidamento integrale del Banco di Napoli, hanno presentato una consistenza di Euro 79,6 miliardi con una variazione su base annua dell'8,7%, in deciso recupero dopo la fase di revisione della loan policy di Gruppo che aveva caratterizzato il passato esercizio. Lo stock sale a 98,2 miliardi di Euro tenendo conto del Banco di Napoli. Notevoli i progressi del Gruppo in termini di qualita' del credito: il rapporto tra sofferenze nette ed impieghi netti a clientela e' infatti sceso nell'anno all'1%, a fronte del 2,3% di fine 1999 (1,1% tenuto conto dei dati del Banco di Napoli).

Il Consiglio di Amministrazione ha infine confermato l'incarico che gli Amministratori Delegati hanno assegnato a Goldman Sachs e J.P. Morgan Chase per una presa di contatto tecnico con gli esponenti di Cardine Banca.

Per informazioni addizionali: Media Relations SANPAOLO IMI SpA (e-mail: infomedia@sanpaoloimi.com) Davide Lange (tel. 011/5556242) - Luigi Ferrari (011/5552212) - Silvia Timo (011/5556656) - Elisabetta Mauro (011/5556659) Telefax 011/555.6489

******************************************************************** ImmediaPress e' un servizio di diffusione di comunicati stampa in testo originale redatto direttamente dall'ente che lo emette. L'Adnkronos e ImmediaPress non sono responsabili per i contenuti dei comunicati trasmessi. ******************************************************************** 14-FEB-01 02:45