EDITORIA: PREZZO FISSO LIBRI, EDITORI CONTRO ANTITRUST
EDITORIA: PREZZO FISSO LIBRI, EDITORI CONTRO ANTITRUST

Roma, 14 feb. (Adnkronos) - Sul prezzo fisso dei libri e' polemica tra l'Antitrust e l'Associazione Italiana Editori. La segnalazione inviata alla Camera dal presidente dell'Autorita' Garante della Concorrenza sull'emendamento approvato il 7 febbraio scorso, viene definita ''una presa di posizione puramente ideologica frutto di un mero ragionamento formale''.

Secondo l'Associazione Editori, ''questo non avviene nel resto d' Europa, dove paesi come la Germani e la Danimarca, che hanno leggi uguali a quelle italiane o Francia, Grecia, Portogallo e Austria, che hanno addirittura leggi molto piu' restrittive rispetto alle nostre, hanno ricevuto il nulla osta da parte dei rispettivi organi Antitrust''.

Al contrario di quanto ritiene Giuseppe Tesauro, convinto che il prezzo fisso sui libri si tramuti in un danno per il consumatore, l'Aie auspica invece che il Senato ''confermi l'orientamento espresso dalla Camera e offra il suo appoggio alla regolamentazione del prezzo fisso''. Questo, in pratica, stabilisce un tetto del 10 pc. di sconto massimo per tutti gli editori, il 20 pc. di sconto in occasioni di manifestazioni di particolare rilevanza o per la vendita per corrispondenza o a istituti, biblioteche e scuole. Per i libri scolastici arriva fino a non poter superare il 5 pc.

(Gdd/Pe/Adnkronos)