LAVORO: UIL, PIU' SALARIO AI LAVORATORI FLESSIBILI (2)
LAVORO: UIL, PIU' SALARIO AI LAVORATORI FLESSIBILI (2)

(Adnkronos) - Partendo dalla considerazione che all'interno del mondo del lavoro sono in corso profondi cambiamenti che pongono un nuovo modello contrattuale che da un lato accresca il peso della contrattazione aziendale e dall'altro valorizzi le nuove professionalita', Lotito ha sottolineato, in tema di flessibilita', che questa: ''Si presenti sul mercato del lavoro nelle forme di opportunita' positive a cui corrispondano un'elevata retribuzione e non si presenti invece nelle forme brutali del precariato che dai lavoratori possono subite, ma non accettate''.

Sottolineando poi l'elevato costo del lavoro a cui corrisponde un basso valore della retribuzione in busta paga, il segretario confederale Uil ha proposto ''una lotta ancora piu' determinata all'evasione fiscale e all'elusione contributiva, l'apertura di spazi contrattuali nuovi, la defiscalizzazione del salari piu' bassi e misure di incentivazione all'emersione del lavoro nero, il sostegno e la valorizzazione dei risultati della contrattazione di secondo livello''.

A questo propostito Lotito ha concluso sottolineando che per il sindacato confederale ''la riforma del sistema contrattuale ha come fine esplicito l'esigibilita' e l'estensione della tutela contrattuale che deve assumere come punto di partenza la riconferma del doppio livello di contrattazione'', poiche' i due livelli ''sono coesenziali per il Governo di una politica salariale coerente con la politica dei redditi''.

(Abr/Lr-Rs/Adnkronos)