SANPAOLO-IMI: MASERA, NO OFFERTA MIRABOLANTE PER CARDINE (2)
SANPAOLO-IMI: MASERA, NO OFFERTA MIRABOLANTE PER CARDINE (2)

(Adnkronos) - ''E' indubbio che la nostra presenza nel Nordest e' debole -ha precisato Masera- e va considerato che il Nordest e' l'area piu' ricca e dinamica del nostro Paese. Per questo stiamo cercando una forma di rafformento in quella zona e Banca Cardine puo' essere il nostro punto di riferimento. Il nostro scopo pero' e' capire se l'ipotesi di partenariato molto forte puo' essere condivisa dalla Banca Cardine. In ogni caso non c'e' nessuna esigenza di fare un'operazione puuttosto di un'altra''.

Secondo Masera una partnership a livello europeo potrebbe essere complementare a quella in atto con il Banco Santander col quale, ha precisato, ''stiamo esaminando altre ipotesi innovative'', tornando all'accordo con Banca Cardine ''stiamo cercando di convincerli -ha sottolineato Masera- che il nostro progetto industriale e' molto buono''.

Dal canto suo Luigi Maranzana, ad del gruppo, ha ricordato che il San Paolo-Imi ''ha rilevato l'11% di Cardine perche' crede nella banca del Nordest. E' una banca ben gestita -ha detto- e quindi e' per noi un buon investimento. Le intenzioni di San Paolo-Imi sono dichiarate, non si tratta quindi di un'operazione ostile. Evidentemente -ha precisato Maranzana- abbiamo anche delle nostre idee, dei nostri progetti da presentare con calma ai nostri partner. Noi siamo azionisti di Cardine e siamo convinti di essere degli ottimi partner per Cardine cosi' come Cardine ha una grossa valenza per il nostro gruppo''.

(Ros/Zn/Adnkronos)