SANREMO: INDIGNAZIONE IN VENETO PER PAPI
SANREMO: INDIGNAZIONE IN VENETO PER PAPI

Venezia, 1 mar. (Adnkronos) - Sanremo in Veneto passa dalla musica alla politica. Dura la reazione dei Verdi al comportamento tenuto da Enrico Papi uno dei conduttori di ''Dopo Festival'' di martedi 27 febbraio, quando la popolare trasmissione si e' collegata con una rappresentanza di emigrati italiani a Buenos Aires. Secondo una nota diramata in mattinata dalla Federazione regionale dei Verdi del Veneto si sarebbe trattato di un episodio di ironia assolutamente fuori luogo: ''Non e' tollerabile l'aperta irrisione -si legge- specialmente se priva di contraddittorio e se svolta alle spalle di persone ignare dell'opera di dileggio''.

I Verdi hanno sollecitato alla Giunta regionale del Veneto e alla Commissione parlamentare di vigilanza sulla Rai ad esprimere una dura protesta per quanto accaduto. Immediata la reazione da parte della Regione: ''Non ho avuto modo di assistere alla performance di Papi nel collegamento con Buenos Aires -spiega il presidente Giancarlo Galan- chiedero' di poter visionare la cassetta con i passaggi incriminati e se, come non ho motivo di dubitare visto il livello medio dei programmi televisivi di questi temi, Papi si e' comportato come dicono di Verdi, chiedero' ai responsabili del Festival pubbliche scuse ai nostri emigrati. Se sono state dette quelle cose -continua- Papi e i suoi datori di lavoro farebbero bene a scusarsi, e non fra un mese, ma prima che il Festival finisca''.

''Scherzare sui sentimenti di un emigrato -sottolinea Galan- e' piu' vergognoso delle assurdita' sbandierate da personaggi senza arte ne' parte. Stia tranquillo Bettin, non manchero' di difendere l'orgoglio e la dignita' dei nostri emigrati e della nostra regione, troppe volte offesi dalla tv di Stato''. (segue)

(Apd/Pe/Adnkronos)