JUGOSLAVIA: LEADER OCCIDENTALI RICERCATI PER CRIMINI DI GUERRA
JUGOSLAVIA: LEADER OCCIDENTALI RICERCATI PER CRIMINI DI GUERRA
LA ''NUOVA SERBIA'' CONFERMA IL PROCEDIMENTO DELL'ERA MILOSEVIC

Belgrado, 19 apr. - (Adnkronos) - La condanna a 20 anni di reclusione per crimini di guerra nei confronti di una dozzina di leader occidentali e' stata confermata ieri da un tribunale di Belgrado, come riferiscono oggi numerosi organi di stampa. La sentenza era stata pronunciata nella primavera del 1999: ieri e' diventata esecutiva. I capi di stato e di governo di numerosi paesi europei e degli Usa sono quindi ora latitanti e ufficialmente ricercati dalle forze dell'ordine serbe.

Che la nuova Serbia, sorta sulle ceneri del regime Milosevic con la rivoluzione d'ottobre, abbia avallato il procedimento giudiziario condotto nel periodo forse piu' difficile della vecchia Serbia e' di per se' sorprendente; ma lo e' ancora di piu' se si pensa che i leader della nuova Jugoslavia ''non perdono occasione di batter cassa presso quei governi i cui esponenti sono ora ufficialmente bollati come criminali di guerra'', come scrive oggi la ''Die Welt'' tedesca.

(Nsp/Rs/Adnkronos)