RUSSIA: FSB ARRESTA SCIENZIATO, VENDEVA INFORMAZIONI ALLA CINA
RUSSIA: FSB ARRESTA SCIENZIATO, VENDEVA INFORMAZIONI ALLA CINA
AVEVA CEDUTO RICERCHE EFFETTI ATTIVITA' SOLARE SU SATELLITI

Mosca, 19 apr. - (Adnkronos) - Arrestato a Mosca con l'accusa di tradimento un importante scienziato russo, ai vertici di uno dei piu' prestigiosi istituti del'Accademia delle scienze. L'ipotesi dell'Fsb, il servizio di sicurezza interno, e' che Valentin Danilov, direttore del Centro di termodinamica di Krasnoyarsk, in Siberia, aveva cercato di vendere segreti di stato a una societa' cinese, cedendo i risultati delle sue ricerche sugli effetti dell'attivita' solare sui satelliti. Danilov aveva in effetti firmato due anni fa, a nome del suo istituto, un contratto con l'Agenzia spaziale cinese e una compagnia cinese di import-export.

Il suo arresto risale allo scorso mese di febbraio, ma la notizia e' emersa solamente ora, quando 20 suoi colleghi hanno firmato una lettera aperta in sua difesa. A Danilov e' stata negata la liberta' su cauzione mentre l'accusa sta ancora cercando di determinare se le informazioni vendute siano effettivamente da considerarsi segreto di Stato. L'avvocato dello scienziato, Yelena Yevmenova, ha sottolineato che entro due settimane potra' ripresentare la richiesta di scarcerazione. Il processo inziera' il prossimo mese di settembre, ha confermato una portavoce dell'Fsb di Krasnoyarsk.

(Tel/Pn/Adnkronos)