SPAZIO: COS'E' RAFFAELLO, GIOIELLO DELLA TECNOLOGIA ITALIANA (2)
SPAZIO: COS'E' RAFFAELLO, GIOIELLO DELLA TECNOLOGIA ITALIANA (2)
530 MLD PER I 3 MODULI, MOLTE LE INDUSTRIE ITALIANE COINVOLTE

(Adnkronos) - Raffaello e' un modulo logistico pressurizzato realizzato dalla Alenia Spazio (gruppo Finmeccanica) per l'Agenzia spaziale italiana Asi. Insieme ad Alenia Spazio, primo contraente per la realizzazione dei moduli, hanno contribuito, come principali subcontraenti, anche le imprese italiane Astrium, Microtecnica, Gavazzi, Fiar/Galileo, Laben e SSI. Per lo sviluppo dei tre moduli MPLM l'Italia ha investito 530 mld di lire tra il 1990 e il 2001 e 13-15 mld di lire l'anno e' il costo -dal 1999 ai prossimi dieci anni di vita della Stazione Spaziale- previsto per le operazioni di supporto. Per le fasi operative e i segmenti di terra hanno la responsabilita' le aziende italiane Telespazio, Vitrociset e Cap-Gemini.

Alenia Spazio e' primo contraente nei confronti dell'Asi per la progettazione, lo sviluppo, la qualifica e l'integrazione di tutti e tre i moduli logistici Raffaello, Leonardo e Donatello. Ma all'interno del programma ISS l'Italia ricopre un ruolo particolarmente importante in quanto autrice, nell'ambito dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa), anche del Columbus Orbital Facility (Cof) e di due dei tre nodi di aggancio.

Definito da un protocollo di intesa Nasa-Asi, il programma MPLM garantisce alle industrie che vi partecipano opportunita' di utilizzare la Stazione Spaziale nei prossimi anni come quota dei ritorni concordati che prevedono, tra l'altro, la presenza di astronauti italiani a bordo fin dalle prime fasi di assemblaggio in orbita. Raffaello, cosi' come Leonardo Donatello, e' stato realizzato basandosi su un concetto di vettori flessibili che devono intercambiarsi nelle diverse funzioni di operativita' in orbita e a terra di integrazione e de-integrazione. (segue)

(Ada/Pe/Adnkronos)