SPAZIO: PARTITO LO SHUTTLE, LANCIO PERFETTO
SPAZIO: PARTITO LO SHUTTLE, LANCIO PERFETTO
A BORDO L'ASTRONAUTA GUIDONI ED IL MODULO RAFFAELLO

Cape Canaveral (Usa), 19 apr. (Adnkronos)- E' partito in perfetto orario alle 20,41 ora italiana (le 13,41 ora locale) lo shuttle Endeavour. Dopo pochi secondi la navetta ha effettuato la conversione e si e' posizionato in linea per raggiungere l'orbita alla volta della Stazione Spaziale Internazionale. A bordo della navetta sei astronauti di equipaggio, tra cui l'italiano Umberto Guidoni (46 anni, astrofisico) alla sua seconda missione nello spazio, che porteranno sulla Iss l'avveniristico braccio robotico canadese ed il secondo modulo logistico italiano Raffaello. Il lancio non ha fatto registrare ritardi ed ha rispettato in pieno la finestra di lancio prevista dalla Nasa.

Per assistere al lancio a Cape Canaveral sono presenti, in rappresentanza del nostro paese, il Ministro degli Esteri Lamberto Dini, il presidente dell'Asi, Sergio De Julio, insieme ai vertici dell'Esa (Ente spaziale europeo) e dell'Alenia Spazio (gruppo Finmeccanica) rappresentati dall'ad Viriglio.

A guidare la missione STS 100 e' il comandante Kent Rominger, (44 anni) statunitense e alla sua quarta missione. Con lui volano Jeffrey Ashby (46 anni-Usa) pilota alla sua seconda missione spaziale, il canadese Chris Hadfield (41 anni) che va per la prima volta nello spazio, Scott Parazynsky (39 anni-Usa) veterano alla sua quarta missione, John Philips (50 anni-Usa) anche lui alla prima missione ed il cosmonauta Yuri Valentinovich Lonchakov (36 anni) al suo battesimo con il cosmo. Lo Shuttle rientrera' sulla terra il 30 aprile prossimo.

Importanti gli obiettivi della missione di oggi. Primo fra tutti portare sulla Stazione Spaziale Internazionale il braccio robotico canadese il cui montaggio richiedera' due uscite extraveicolari. Chiamato Space Station Remote \Manipulator System (SSRMS), il modulo robotico e' stato realizzato dell'Agenzia Spaziale Canadese e svolgera' un ruolo chiave nell'assemblaggio della Stazione orbitante e nelle sue attivita'. La sostituzione con questo nuovo braccio robotico si e' rivelata indispensabile a causa dell'inadeguatezza dell'attuale sistema. Capace di agire per tutta l'ampiezza delle Stazione, il braccio robotico canadese e' una delle componenti fondamentali per la costruzione del'Iss. (segue)

(Ada/Gs/Adnkronos)