USA: BUSH SCOPRE CHE E' MEGLIO ESSERE VERDE
USA: BUSH SCOPRE CHE E' MEGLIO ESSERE VERDE

Washington, 19 apr. (Adnkronos) - ''Bush scopre che e' meglio essere verde''. La battuta - che da il titolo ad un lungo articolo del ''Washington Post''- illustra bene la svolta impressa negli ultimi giorni dall'amministrazione repubblicana alla politica, che nelle prime settimane di mandato, appariva quanto mai anti-ambientalista. In questa settimana si e' assistito ad un'escalation opposta, culminata oggi con l'annuncio di George Bush della firma della convenzione di Stoccolma per l'eleminazione di ''inquinanti organici persistenti'', come il Ddt ed altri pesticidi.

A Washington si era gia' parlato di ''svolta verde'' quando il responsabile per l'agenzia dell'Ambiente, Christie Whitman, ha iniziato, contrariamente a quanto fatto finora, a confermare alcune delle decine e decine di misure ambientaliste firmate da Bill Clinton nelle ultime settimane di mandato e ''poste come piccole bombe destinate a scoppiare in mano al suo successore'', come scrive il Post. Sono cosi' state confermate, negli scorsi giorni, le misure per la protezione delle zone umide e quella che prevede controlli federali piu' severi sui livelli di piombo prodotti dalle industrie.

E la conferma definitiva era arrivata ieri quando la Whitman ha detto che nei prossimi mesi verranno varati nuovi limiti al livello dell'arsenico nell'acqua, piu' severi degli attuali, ma non quanto quelli varati da Clinton, nella misura abolita qualche settimane fa da Bush con una mossa che era stata oggetto di aspre critiche da parte di ambientalisti e politici. Ribandendo, come spesso ha fatto l'amministrazione Bush di fronte alle tematiche ambientaliste, la necessita' di avere ''le migliori ricerche scientifiche'' a sostegno delle misure, la Whitman ha incaricato una commissione di esperti per valutare l'impatto di un nuovo limite.

(Men/Pe/Adnkronos)