RADIO 3: SU GASPARE SPONTINI ''ESERCIZI DI MEMORIA''
RADIO 3: SU GASPARE SPONTINI ''ESERCIZI DI MEMORIA''

Roma, 20 apr. (Adnkronos) - Fra i numerosi anniversari musicali di questo 2001, (Verdi, Bellini, Stravinsky), Gaspare Spontini, e' certamente quello meno considerato, eppure occupo' un ruolo chiave nell'eta' napoleonica e neoclassica. Al compositore che arrivato a Parigi nel 1803 dopo un breve apprendistato italiano, si impose ben presto come il maggior musicista della sua generazione, raggiungendo a una clamorosa affermazione con l'opera ''La Vestale'' (1807), ''Esercizi di memoria'' dedica la notte tra le 23.30 di sabato 21 e le 6 di domenica 22 aprile su Radio 3 e sul V e VI Canale della Filodiffusione. Divenne dunque il compositore ufficiale dell'impero, che celebro' ancora con ''Fernando Cortez'' (1809) e con altre partiture. Ammiratissimo da Wagner, Spontini fu in effetti un vero e proprio ponte fra Gluck e Cherubini da una parte, e Rossini e Meyerbeer dall'altra.

''Esercizi di memoria'' lo ricorda, puntando alle sue opere meno note, come ''Fernando Cortez'' e ''Olimpia'', grazie anche alle registrazioni effettuate negli anni Settanta sotto la direzione artistica di Francesco Siciliani, nelle uniche registrazioni di queste partiture. ''Fernando Cortez'' venne registrato a Torino nel 1974 sotto la direzione di Lovro von Matacic, con un cast che comprendeva Angeles Gulin, Antonio Blancas, Bruno Prevedi. ''Olimpia'', invece, nel 1979 a Perugia con i complessi di Roma della Rai diretti da Gavazzeni, e le voci di Yasuko Hayashi, Alexandrina Miltscheva e Werner Hollweg. Il tutto inframezzato da una trasmissione di Bruno Cagli su Spontini (''Spontini e il teatro musicale europeo passato e presente'', del 1974) e preceduto alle 23 e 30 dalla consueta presentazione curata da Arrigo Quattrocchi.

(Sin/Gs/Adnkronos)