RAIUNO: ''COME L'AMERICA'' (4)
RAIUNO: ''COME L'AMERICA'' (4)

(Adnkronos) - PRIMA PARTE

A seguito della grande alluvione del Polesine del 1951 Antonia, una giovane ostetrica, perde tutto. Decide pero' di partire per il Canada assieme alla sorella Paola e ai due figli Matteo e Annina, alla ricerca di suo marito Vincenzo, emigrato li' qualche anno prima. Purtroppo, una volta giunta in America, scopre che il marito ha un'altra donna e un altro figlio. Antonia sceglie di non dire la verita' a Matteo e Annina. Grazie all'aiuto di un giovane camionista italiano di nome Mario trova provvisoria sistemazione in un centro di prima accoglienza e poi presso un ristorante dove lei e la sorella iniziano a lavorare come cameriere. Matteo reagisce male alla notizia che la madre ha rinunciato a cercare il padre: vuole tornare in Italia, fugge da scuola, sbanda, si mette a fare piccoli furti.

In mezzo a tante preoccupazioni, l'unica parentesi lieta per Antonia e' l'allegria di Mario, che la viene a trovare spesso, a casa e al ristorante, tra un viaggio di lavoro e l'altro, e le fa una corte discreta. Poi, all'improvviso, tutto precipita. Paola muore vittima di un aborto clandestino, malgrado il tentativo di salvarla compiuto in extremis da un giovane medico australiano di nome Steven.

E anche Matteo, pieno di rabbia e di dolore, finisce per perdersi. Dopo uno scippo e il grave ferimento del suo inseguitore, viene arrestato. Pero', nemmeno le sbarre e il duro regime carcerario riescono a contenere la sua voglia di ribellarsi. Matteo evade e, nascosto su un treno, fugge a migliaia di chilometri, alla ricerca di Mario. Alla fine viene ripreso, processato, e condannato a piu' di quattro anni di detenzione. Antonia assiste sgomenta al dibattimento. Al dolore per la pesante condanna si somma quello per la rottura con il figlio che le chiede di scomparire per sempre dalla sua vita. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)