D'ANTONA: SI SEGUE LA PISTA 'POLITICA', CACCIA AI POSTINI (2)
D'ANTONA: SI SEGUE LA PISTA 'POLITICA', CACCIA AI POSTINI (2)

(Adnkronos) - Sotto osservazione e' stato tenuto anche il 'Collettivo dei comunisti prigionieri, Wotta-Sitta'- del quale faceva parte anche Giovanni Senzani e che numerosi documenti aveva firmato a cavallo tra gli anni ottanta e novanta dalle carceri. Documenti nei quali si dichiarava, tra l'altro, che ''lo scontro rivoluzionario iniziato negli anni '70 e' ancora aperto e sta trovando nuovi sviluppi in questi anni''.

Un filo conduttore unico, a livello startegico e politico, sembra essere quello che accomuna i 'vecchi' irriducibili ed i nuovi rivoluzionari che hanno messo a segno l'omicidio di Massimo D'Antona, gli attentati nel Nord-Est fino a quello contro lo Iai e il Consiglio per le relazioni Italia-Usa.

''Pericoloso'' e' stato definito dagli investigatori il nuovo gruppo dirigente terrorista, costituito da una trentina di elementi e il cui obiettivo e' quello di saldare i vari fronti, dal Nord-Est, alla Toscana al Centro. Per capire come siano circolate le minute dei documenti che sono servite a rivendicare l'omicidio D'Antona, gli apparati hanno svolto pedinamenti ed intercettazioni di personaggi che potrebbero essere in contatto con i terroristi in carcere e potrebbero aver svolto il ruolo di postini.

(Gdd/Pn/Adnkronos)