SCRITTORI: ANDRE' GIDE, CROCIATA PER FACCIATE DELLA SUA CASA
SCRITTORI: ANDRE' GIDE, CROCIATA PER FACCIATE DELLA SUA CASA
IL SUO 'EREDE' CONTRO IL NUOVO COLORE DELLE PARETI ESTERNE

Parigi, 23 apr. (Adnkronos) - La casa dello scrittore francese Andre' Gide (1869-1951) ''non e' rossa''. Dopo il recente restauro, il maniero di Cuverville en Caux dell'autore di ''La porta stretta'' e ''I sotterranei del Vaticano'' ha ritrovato i colori originari (fu costruito nel 1735) che Gide non ha pero' mai conosciuto. La dimora ha perso, inoltre, le sue persiane, provocando le proteste di diversi ammiratori dello scrittore premio Nobel 1947. Il maniero appare infatti in diverse opere di Gide, come ''Se il grano non muore'' e ''Diario''.

Michel Drouin, imparentato con Gide (omosessuale dichiarato) e di fatto considerato il suo unico 'erede', ha lanciato una crociata contro quello che lui ritiene ''un massacro'', tanto piu' scandaloso ''se si considera che le facciate della casa sono state iscritte, dal 1970, nell'inventario supplementare dei monumenti storici di Francia''. In occasione delle celebrazioni del cinquantesimo anniversario della nascita di Gide, Michel Drouin ha rivolto un pubblico appello affinche' qualche mecenate si impegni a ''restaurare cio' che e' stato rinnovato e impedire che le facciate posteriori, ancora intatte, siano toccate''.

Drouin vorrebbe che la casa riacquistasse i colori del periodo in cui Gide soggiornava regolarmente a Cuverville quando l'intonaco era giallo pallido e le persiane tutte bianche.

(Xio/Gs/Adnkronos)