ARCHEOLOGIA: NOVITA' SU SANNITI DA SCAVI DI MONTE VAIRANO (2)
ARCHEOLOGIA: NOVITA' SU SANNITI DA SCAVI DI MONTE VAIRANO (2)
NON SOLO GUERRIERI E PASTORI MA ANCHE ABILI INGEGNERI IDRAULICI

(Adnkronos) - ''Dalle iscrizioni ritrovate, inoltre, -prosegue De Benedittis- possiamo dire che i Sanniti avevano un percorso economico molto preciso. E' ipotizzabile che questi producessero lana con le loro greggi per poi rivenderla in molti centri sparsi nel Mediterraneo, in primis la Grecia. Cio' sarebbe avvalorato anche dal ritrovamento di un 'bollo' che potremmo definire 'pseudo bilingue', in sannita ed in greco, dal quale si comprende che il proprietario di una fabbrica di tegole era sannita, mentre il capo artigiano era greco, probabilmente uno schiavo impiegato nella fabbrica. Inoltre, nell'area e' stata rinvenuta anche una fabbrica per la produzione di ceramiche a vernice nera, quella che potremmo definire la 'ceramica della domenica'. Tutto questo va al di la' delle conoscenze che si avevano fino ad oggi su questo popolo''.

Ma la novita' piu' grande risiederebbe nell'ubicazione delle citta' e nel loro sistema di approvvigionamento idrico. ''Tutta l'area di Monte Vairano -afferma De Benedittis- e' un'enorme area di terrazzamenti, dove stiamo rinvenendo edifici pubblici e privati. Sorpresa nella sorpresa, poi, e' venuta fuori anche una grossa vasca che fungeva da cisterna per il raccoglimento dell'acqua piovana. Questa presumibilmente arrivava nella stessa attraverso una serie di canali, anch'essi rinvenuti recentemente, che servivano al drenaggio dell'acqua piovana. Questi ritrovamenti -ha concluso un po' sconsolato il professore- sono frutto del lavoro di ragazzi che seppur bravissimi, non sono specializzati. Pensi che si potrebbe fare se disponessimo di una squadra specializzata. Purtroppo pero', i fondi sono finiti ed il 3 maggio il cantiere dovra' chiudere''.

(Acb/Gs/Adnkronos)