VICTOR HUGO: GLI EREDI CONTRO IL SEGUITO DEI ''MISERABILI''
VICTOR HUGO: GLI EREDI CONTRO IL SEGUITO DEI ''MISERABILI''
PARIGI, RICORRONO ALLA MAGISTRATURA PER BLOCCARNE USCITA

Parigi, 30 apr. (Adnkronos) - In Francia la polemica letteraria sul seguito dei ''Miserabili'' si e' trasformata in un'azione giudiziaria. Quasi negli stessi giorni in cui negli Stati Uniti gli eredi di Margaret Mitchell sono riusciti a bloccare, con tanto di ricorso accolto da un giudice federale di Atlanta, una parodia di ''Via col vento'', a Parigi i discendenti del grande romanziere Victor Hugo (1802-1885) hanno annunciato di voler ricorrere alla magistratura per impedire l'arrivo nelle librerie francesi giovedi' 3 maggio di ''Cosette o il tempo delle illusioni'' del giornalista e scrittore Francois Ceresa, presentato dalla casa editrice Plon come una vera e propria prosecuzione del capolavoro ottocentesco: Ceresa riprende infatti la storia dal 1833, con la morte del vecchio ex forzato Jean Valjean, incentrandola sulle difficolta' a cui si troveranno a far fronte la figlia adottiva Cosette e il marito Marius. L'azione legale e' stata appoggiata anche dall'associazione 'Amici di Victor Hugo'.

Gli eredi di Hugo hanno chiesto alla Societa' dei letterati, di cui lo scrittore fu il fondatore, di intervenire - riferisce il quotidiano 'Le Monde' - ''al fine di difendere i nostri diritti morali e di impedire l'uscita di questo libro, che noi riteniamo una contraffazione a finalita' puramente commerciali e un attentato all'integrita' dell'opera''.

Il seguito dei ''Miserabili'' scritto da Ceresa e' oggetto di una campagna di lancio imponente da parte dell'editore Plon, che ha investito molti soldi su ''Cosette o il tempo delle illusioni'', che sara' stampato in prima tiratura in almeno 100mila copie. Le polemiche iniziate la scorsa settimana hanno gia' fatto aumentare di circa 40mila copie la tiratura iniziale prevista, suggerendo a Plon di chiedere a Ceresa un secondo libro per l'autunno. ''Siamo di fronte a una pura e semplice contraffazione, a un intervento ai danni dell'opera dello stesso Hugo'', ha commentato Pierre Hugo, pronipote del famoso scrittore, il quale e' intenzionato a chiedere i danni all'editore Plon, annunciando che fin da ora l'eventuale risarcimento morale sara' devoluto ad un'associazione caritativa.

(Xio/Gs/Adnkronos)