IMPRESE: CGIA, MAGGIOR NUMERO IMPRENDITORI 'UNDER 30' NEL SUD
IMPRESE: CGIA, MAGGIOR NUMERO IMPRENDITORI 'UNDER 30' NEL SUD
PRIMATO A CALABRIA (9,64%), FANALINO DI CODA A TRENTINO (5,42%)

Roma, 30 apr. (Adnkronos) - In Italia sette imprese su cento sono guidate da giovani con meno di trent'anni, ma e' il sud la terra delle speranze. A rivelarlo e' una ricerca del Centro Studi della Cgia di Mestre. I primi posti di questa particolare classifica spettano alle regioni del Sud della penisola: a guidare la classifica e' la Calabria, dove il 9,64% degli imprenditori ha meno di trent'anni (circa uno su dieci ha vent'anni), al secondo posto c'e' la Campania (9,53%), al terzo la Sicilia (9%) e poi Sardegna (7,79%), Puglia (7,76%) e Basilicata (7,25%). Agli ultimi posti invece le regioni del Nordest: il Trentino Alto Adige (5,42%), preceduto da Friuli Venezia Giulia (5,48%), Lazio (6,08%) e Lombardia (6,13%).

Uno scenario dettagliato -spiega il Centro Studi- che diventa una vera e propria radiografia quando si differenzia le cariche dei ventenni dell'imprenditoria. La Calabria rimane sempre in testa alla classifica con 4,73% quando si parla di titolari, seguita dalla Sicilia (3,70%), e dalla Puglia (3,66%), il Lazio con l'1,86% si trova al quindicesimo posto mentre la Lombardia al diciottesimo posto con l'1,76%. La graduatoria intanto cambia se si sposta l'attenzione sul numero di giovanissimi soci. In questo caso specifico, e' l'Umbria con il 2,61% a conquistare il primato, seguita dal Veneto (2,42%) e dalla Campania (2,38%): salgono rispettivamente di due posti il Lazio e la Lombardia. Infine, per quanto riguarda gli amministratori under trenta, e' la Campania con il 2,80% a dare il migliore risultato, insieme all'Emilia Romagna (2,65%) e alla Lombardia (2,45%): il Piemonte con il 2,21% e il Lazio (2,05%) si trovano in mezzo alla graduatoria.

(Stg/Gs/Adnkronos)