POP VICENZA: NUOVA PUNTATA BOTTA-RISPOSTA TRA I DUE FRONTI
POP VICENZA: NUOVA PUNTATA BOTTA-RISPOSTA TRA I DUE FRONTI

Vicenza, 30 apr. - (Adnkronos) - Nuova puntata nella 'guerra' che vede contrapposta l'Associazione degli azionisti della Banca Popolare di Vicenza all'attuale management che fa capo al presidente Gianni Zonin, in vista dell'assemblea degli azionisti in programma sabato 5 maggio alla Fiera di Vicenza. Anche oggi il botta e risposta avviene tramite pagine pubblicitarie sui quotidiani locali. Mentre l'Associazione degli azionisti torna ad attaccare direttamente il presidente Gianni Zonin ''l'unico e vero problema della nostra banca, cosicche' noi soci abbiamo oggi da ricostruirla con 1.000 mld di costi da ammortizzare che lei ci ha lasciato'', ricordando i dividendi e gli utili ridotti.

A 'fare quadrato' a difesa di Zonin si esprime oggi l'Associazione delle piccole e medie industrie della provincia di Vicenza che invita gli azionisti a ''valutare positivamente le indicazioni espresse dall'attuale Cda''. E l'Api di Vicenza condivide pienamente gli obiettivi strategici previsti dal piano industriale di sviluppo 2002-2004: ''mantenimento dell'autonomia; essere banca di riferimento del territorio di origine, il nordest, e polo di attrazione per altri istituti; privilegiando le famiglie e i piccoli e medi operatori economici e sostenendo nel tempo lo sviluppo e il consolidamento dell'economia locale''.

(Red-Dac/Zn/Adnkronos)