PRIMO MAGGIO: ILO, RISPETTARE DIRITTI FONDAMENTALI LAVORO
PRIMO MAGGIO: ILO, RISPETTARE DIRITTI FONDAMENTALI LAVORO

Roma, 30 apr. (Adnkronos)- Sono piu' di 1,2 milioni i deceduti per causa di lavoro ogni anno, 160 milioni di persone le vittime di infortuni o malattie connesse al lavoro e 120 milioni i minori illegalmente impiegati in attivita' lavorative, di cui almeno la meta' a tempo pieno. Alla vigilia della festa del Primo Maggio sono questi i numeri che l'Ilo, l'organizzazione internazionale del Lavoro, ricorda sollecitando la ''necessita' di accompagnare la liberalizzazione degli scambi commerciali con il rispetto universale dei diritti fondamentali nel lavoro e con le politiche attive rivolte a distribuire la ricchezza prodotta attaverso la crescita del lavoro 'decente'''.

''Il lavoro -sototlinea l'Ilo- e' il fondamentale strumento di lotta alla poverta'. Il prossimo G8 che si svolgera' a Genova avra' il dovere di affrontare questi temi, anche attraverso un dialogo preventivo con le organizzazioni di lavoratori e imprenditori. In particolare, il summit potra' dare ulteriore seguito alla proposta di una piu' stretta collaborazione tra Fondo Monetario internazionale, Banca Mondiale, Organizzazione internazionale del Lavoro e Organizzazione mondiale del commercio, avanzata dai precedenti vertici''.

(Sec-Mcc/Pe/Adnkronos)