RC AUTO: ANIA, POLIZZE CON FRANCHIGIA E 'BAD COMPANY' (3)
RC AUTO: ANIA, POLIZZE CON FRANCHIGIA E 'BAD COMPANY' (3)
NO AD AGENZIE MULTIMANDATARIE

(Adnkronos) - Per l'Ania, gli interventi proposti sono ''immediatamente realizzabili''. Piu' complessa, invece, e' la definizione di un sistema di 'bad company' per premiare gli automobilisti ''buoni'' e penalizzare i ''cattivi''. Come ha spiegato Desiata, obiettivo delle compagnie assicurative e' quello di escludere i guidatori peggiori dalla mutualita' generale per dirottarli verso un nuovo sistema di mutualita' appositamente costituito per loro. La metodologia e' ora all'esame dei tecnici e saranno necessari almeno un paio di mesi di studio.

Intanto, l'Ania fornisce una prima indicazione: considerando che l'Italia e' il Paese europeo con la percentuale piu' alta di frequenza di sinistri, con il 12,12%, la 'bad company' potrebbe scattare quando la frequenza si attesta su una percentuale del 15%. La 'bad company' nel penalizzare i piu' cattivi costituisce, invece, un atto di ''riconoscenza'' dei confronti dei buoni che ne trarrebbero benefici in termini di sconti e riduzioni dei premi.

L'Ania ha anche colto l'occasione per ribadire al governo la propria opposizione alle agenzie multimandatarie. ''E' una questione molto complessa. Dal '89 ad oggi- ha ricordato Desiata- sono fallite 15 compagnie assicurative e tutte avevano una gestione plurimandataria. I dati la dicono lunga e non possiamo permettere che il mercato venga organizzato in via d'urgenza con agenzie plurimandatarie, che agli utenti non arrecano una lira di vantaggio''.

Proprio oggi scade il termine per il pagamento della multa inflitta alle compagnie assicurative dall'Antitrust. Ma il presidente dell'Ania dice di attendere ''con fiducia'' la sentenza del Consiglio di Stato. ''Mi auguro che il Consiglio di Stato decida diversamente. Siamo fiduciosi perche' le compagnie non hanno mai fatto cartello''.

(Mcc/Zn/Adnkronos)