1 MAGGIO: MILANO, CENTRI SOCIALI IN CORTEO ANTIIMPERIALISTA
1 MAGGIO: MILANO, CENTRI SOCIALI IN CORTEO ANTIIMPERIALISTA
CON PRC RAPPRESENTANTI PALESTINESI E CURDI

Milano, 30 apr. - (Adnkronos) - Un primo maggio ''antiimperialista, anticapitalista e antirazzista'' per i centri sociali 'duri' milanesi, quello che si celebrera' domattina nel capoluogo lombardo. I centri, annuncia una nota, daranno vita ad un proprio corteo, che si concentrera' all'angolo tra via Palestro e corso Venezia alle 9.30. Motivo della separazione dal corteo ufficiale: ''Il primo maggio -scrivono- sara' per le burocrazie sindacali la solita stanca rituale ricorrenza di cui appropriarsi, con il maggior stimolo delle vicine elezioni''.

''Noi crediamo -aggiungono- che vada rilanciato un primo maggio che diventi una scadenza importante, per provare a portare in piazza i contenuti delle nostre lotte con gli stessi soggetti sociali protagonisti di questi conflitti''. I centri sfileranno, tra l'altro, ''contro le moderne forme di sfruttamento e di schiavitu' salariale. No -proclamano- al lavoro nero, al lavoro in affitto, alle privatizzazioni e ai licenziamenti''. Al corteo antagonista hanno aderito, tra gli altri, il centro sociale Vittoria, la casa occupata di via dei Transiti, il Torchiera, il Baraonda, il Partito Umanista, la Panetteria Occupata, tutti di Milano, nonche' il Kep di Como e il Fronte di Liberazione del Popolo dello Sri Lanka.

Sfilera' invece con il corteo promosso dai sindacati confederali Rifondazione Comunista. Il partito, informa il segretario milanese Bruno Casati, in coda ai comizi in piazza Duomo, dara' la parola ad Ali Rashid, rappresentante dell'Autorita' Nazionale Palestinese in Italia e a Rojin Felat, membro dell'ufficio Informazione Kurdistan Italia.

(Red-Tog/Pn/Adnkronos)