BERLUSCONI: LUTTWAK, CRUCIALE CONFLITTO DI INTERESSI (2)
BERLUSCONI: LUTTWAK, CRUCIALE CONFLITTO DI INTERESSI (2)
PEROT VENDETTE SOCIETA' - GATES IN ITALIA SAREBBE SENATORE

(Adnkronos) - Per spiegare questo conflitto di culture diverse, Luttwak, che e' un buon conoscitore della realta' italiana, ricorre alle vicende di due importanti magnati americani. Uno e' Ross Perot il miliardario texano -vicino di villa alle Bermuda ed amico di Berlusconi- che prima di candidarsi alle elezioni nel 1992 decise di vendere un'importante societa' di consulenze contabili che lavorava per diversi enti pubblici, fra i quali l'assistenza sanitaria.

''Ha dovuto vendere tutto e non a suo figlio, prima dello svolgimento delle elezioni, altrimenti non avrebbe potuto dire mai in campagna elettorale, per esempio, aumentiamo i fondi al Medicare, senza rischiare di sollevare un sospetto di conflitto d'interessi''.

L'altro magnate e' Bill Gates: ''penso che se Microsoft fosse stata una ditta italiana, Gates invece di subire l'attacco pesante del ministero della Giustizia, sarebbe diventato senatore a vita'' scherza Luttwak, riferendosi a quella che definisce una scarsa cultura anti-monopolistica, ''in molti campi non solo nel settore mediatico''.

(Men/Pn/Adnkronos)