CELENTANO: LA FIGLIA ROSALINDA, DA 'POLITICO' MI PIACE MENO
CELENTANO: LA FIGLIA ROSALINDA, DA 'POLITICO' MI PIACE MENO
LO PREFERISCO QUANDO TRASMETTE MESSAGGI CON LA MUSICA

Roma, 30 apr. - (Adnkronos) - ''A me piace piu' quando trasmette messaggi di amore con la musica. Quando fa il politico mi piace leggermente meno''. Il giudizio, riferito ad Adriano Celentano, e' della figlia Rosalinda, che domani affianchera' Piero Chiambretti nella conduzione del concertone del primo maggio, occupandosi prevalentemente del backstage. ''Sono emozionatissima, manco dalla tv da 5-6 anni e una cosa del genere non l'ho mai fatta. Ma con Piero e' nato un amore'', dice Rosalinda.

''La tv non la guardo mai -prosegue- in genere la uso per vedere film in videocassetta. Chiaramente c'e' un'eccezione: non mi perdo nemmeno una puntata dei programmi di mio padre. La prima l'ho guardata da sola proprio per essere concentrata. Quando entra in scena per me non e' piu' papa' ma Adriano Celentano. E lo trovo geniale anche perche' dietro c'e' mia madre che e' altrettanto geniale. Non l'ho ancora sentito dopo giovedi', penso che commenteremo solo alla fine delle quattro puntate''.

Quanto alle critiche ricevute per le parole usate sulla donazione di organi, Rosalinda aggiunge: ''Su alcune cose non sono d'accordo con lui. Io, ad esempio, sono favorevole all'eutanasia. Ma al di la' dei pareri diversi trovo positivo il dibattito che si e' innescato. Non si era mai paralto tanto di donazioni come in questi giorni. Magari tutti usassero la tv per far riflettere cosi'...'', dice Rosalinda, il cui ultimo film ''L'amore probabilmente'' di Giuseppe Bertolucci dovrebbe approdare al festival di Venezia prima dell'uscita nelle sale a settembre. Proprio dal film e' nato anche un nuovo progetto discografico della figlia di Celentano che inizio' la sua carriera proprio come cantante prima di dedicarsi alla recitazione.

''Probabilmente usciranno due miei pezzi dopo 12 anni che non canto -rivela- per me la musica rimane la madre di tutte le arti. Non ne posso fare a meno. E' come cibo per il mio corpo e per la mia anima''.

(Nex/Zn/Adnkronos)