CELENTANO: VESPA SI ISCRIVE ALL'AIDO E ATTACCA IL MOLLEGGIATO
CELENTANO: VESPA SI ISCRIVE ALL'AIDO E ATTACCA IL MOLLEGGIATO
''LEGGE CIVILISSIMA, IN RAI NON SIAMO TUTTI COME LUI...''

Roma, 30 apr. - (Adnkronos) - ''Cara presidente, non tutta la Rai si chiama Adriano Celentano...''. Inizia cosi' la lettera con cui Bruno Vespa ha chiesto ad Enza Palermo, presidente nazionale dell'Associazione Italiana per la Donazione degli Organi, l'iscrizione formale all'Aido, le cui battaglie erano state sempre sostenute dal giornalista. La lettera segna un nuovo capitolo delle critiche al Molleggiato da parte di Vespa, che ha perso uno degli appuntamenti settimanali di 'Porta a porta' per agevolare eventuali sforamenti di '125 milioni di caz..te'. Critiche che coinvolgono ora anche il giudizio espresso da Celentano sulla legge sui trapianti. ''La legge sul silenzio-assenso -scrive Vespa- e' una delle piu' civili mai votate dal nostro Parlamento''.

(Nex/Zn/Adnkronos)