ELEZIONI: D'ALEMA, SE VINCE CDL SAREMO THAILANDIA D'EUROPA
ELEZIONI: D'ALEMA, SE VINCE CDL SAREMO THAILANDIA D'EUROPA
BERLUSCONI DICE D'AVER GIA' VINTO, NON HA RISPETTO PER ELETTORI

Grosseto, 30 apr. - (Adnkronos) - Se vince Silvio Berlusconi, per l'Italia si prospetta ''il rischio di tornare ad essere un paese anormale, curioso, bizzarro, una sorta di Thailandia d'Europa''. Lo ha affermato Massimo D'Alema, intervenendo a Grosseto alla convention dei candidati toscani dell'Ulivo. ''Con la vittoria delle destre, l'Italia scenderebbe immediatamente un gradino, in una sorta di serie B delle relazioni internazionali, mandando all'aria il livello del nostro Paese conquistato con tanti sacrifici in questi anni'', ha aggiunto l'ex presidente del Consiglio.

Durissimi i giudizi pronunciati dal presidente dei Ds nei confronti del leader di Forza Italia. ''Berlusconi ha indetto da solo un anno fa le elezioni, organizzando una specie di sbarco in Normandia. Ha condotto da solo la campagna elettorale, l'ha conclusa e si e' autoproclamato il vincitore. Lui e' come una squadra di calcio che scende in campo al sabato, ma poi scopre che la partita si svolge la domenica. Berlusconi ha condotto la sua campagna elettorale con arroganza -ha proseguto D'Alema- ed ora appare annoiato, con il fiato corto, senza capacita' di progettazione''.

D'Alema ha accusato inoltre Berlusconi di ''non avere rispetto verso i cittadini italiani, specie quelli che non hanno ancora deciso per chi votare. Quando un leader politico dice di aver gia' vinto in partenza le elezioni e' come se considerasse gli elettori una manica di pecoroni, nella speranza che vadano quindi tutti dietro di lui''.

(Pam/Pn/Adnkronos)