RADICALI: AMATO, GIUSTO PARLARE DI ACCESSO AI MEDIA E RICERCA
RADICALI: AMATO, GIUSTO PARLARE DI ACCESSO AI MEDIA E RICERCA
COME CIAMPI NON POSSO IMPORRE SPAZI, MA NECESSARIO RACCOGLIERE APPELLO

Grosseto, 30 apr. (Adnkronos) - Il presidente del Consiglio Giuliano Amato ha rivolto un appello ai mezzi di informazione affinche' si dia spazio alla discussione sulle proposte dei radicali, portate all'attenzione pubblica con la protesta in atto da parte di Emma Bonino e Luca Coscioni. ''Al di la' del merito delle proposte radicali, trovo piu' che giusta la richiesta che in queste settimane si discuta piu' di esse che di tante altre cose importanti per gli italiani'', ha affermato Amato a margine di una manifestazione elettorale a Grosseto, dove hanno partecipato, assieme a Massimo D'Alema tutti i candidati dei collegi toscani dell'Ulivo.

Amato ha sottolineato come la sua sollecitazione recuperi quella recentissima sullo stesso argomento del presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, cogliendone ''lo stesso spirito e gli stessi sentimenti''. ''Il capo dello Stato non ha, come non ho io, il potere di imporre questi temi all'attenzione dei mass media e delle forze politiche. Non far cadere nel vuoto il suo appello significa tuttavia che chi ne ha il potere dovrebbe organizzare i propri palinsesti televisivi e giornalistici, le interviste e le domande che si fanno ai politici, in modo che si parli, e non distrattamente, delle proposte radicali''.

''E cioe', in primis -ha spiegato Amato- dell'accesso all'informazione e della liberta' di ricerca, su cui il presidente Ciampi ha richiamato l'attenzione di tutti. Da ieri si occupano spazi televisivi e giornalistici per parlare dell'estrema protesta di Emma Bonino e Luca Coscioni. Sarebbe assai meglio, e non solo per loro, che gli stessi spazi venissero assegnati ai temi per i quali essi si battono''.

(Pam/Gs/Adnkronos)