RADICALI: RAI, ACCOGLIAMO INVITO A DEDICARE ATTENZIONE
RADICALI: RAI, ACCOGLIAMO INVITO A DEDICARE ATTENZIONE
MA MANTENIAMO PROPORZIONE TRA LORO E ALTRI SOGGETTI POLITICI

Roma, 30 apr. - (Adnkronos) - ''La linea generale dell'azienda e' ispirata in questo campo all'attuazione di due valori fondamentali, da un lato, il rispetto del rilievo informativo delle prese di posizione dei radicali, dall'altro, trattandosi di soggetti politici, la inevitabile proporzione tra le prese di posizione di questi soggetti e quelle di altri soggetti politici''. Lo spiega una nota di Viale Mazzini in riferimento alla protesta degli esponenti del partito Radicale circa l'insufficiente divulgazione e conseguente discussione sui temi della loro battaglia politica e civile.

''La Rai -si legge nella nota- ricorda che in periodo elettorale l'offerta particolarmente ampia del servizio pubblico si divide tra la comunicazione politica ed i messaggi autogestiti, disciplinati direttamente dalla Commissione Parlamentare per l'indirizzo e la vigilanza e gli spazi informativi, divisi tra telegiornali, giornali radio e trasmissioni di approfondimento informativo, ricondotti alla responsabilita' dei direttori di testata. Nel periodo 10 marzo-20 aprile, secondo i dati forniti dall'Osservatorio di Pavia, lo spazio di presenza (interviste) dato ai radicali nei Telegiornali risulta essere il seguente: Tg1 4'36'' (corrispondenti al 2,5% del totale); Tg2 11'27'' (corrispondenti al 6,2%); Tg3 4'06'' (corrispondenti al 2,9%). Nello stesso periodo lo spazio di presenza nelle trasmissioni di approfondimento ('Telecamere', il 'Raggio Verde' e, in parte, 'Porta a porta') e' stato di 1 ora e 37 minuti (pari all'8,8% del totale).

''La Rai -conclude la nota- che ha gia' dato spazio nei propri servizi di informazione alle manifestazioni di protesta dei radicali, accoglie naturalmente l'invito di dedicare attenzione ai temi specifici da loro sollevati''.

(Com-Ken/Zn/Adnkronos)