SICUREZZA: DILIBERTO, GOVERNO BERLUSCONI LIBERO' 3 MILA IMPUTATI
SICUREZZA: DILIBERTO, GOVERNO BERLUSCONI LIBERO' 3 MILA IMPUTATI

Roma, 30 apr. - (Adnkronos) - Nel '94, grazie al governo Berlusconi, vennero liberati quasi tre mila imputati. Lo sostiene il segretario dei Comunisti Italiani Oliviero Diliberto, ospite di 'Porta a Porta' insieme al leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro e al presidente del Ccd Pier Ferdinando Casini. L'ex Guardasigilli, che interviene in collegamento con il programma di Bruno Vespa, tiene a ricordare che ''il 14 luglio 1994 il governo Berlusconi, con un decreto legge, libero' 196 detenuti per reati contro la Pubblica Amministrazione, i cosiddetti processi per Tangentopoli. Ma soprattutto -scandisce Diliberto- libero', scarcerandoli o mandandoli agli arresti domiciliari, 2.739 imputati per reati di furto d'auto, borseggio, furto in abitazione, scippo, violazione di domicilio, incendio, piccolo spaccio, ricettazione, lesioni, detenzione e porto illegale d'arma da fuoco, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, concussione, peculato, resistenza a pubblico ufficiale, rissa, truffa anche aggravata, violenza privata''.

Si tratta, sottolinea Diliberto, di ''quei reati di cosiddetta piccola criminalita', che interessano le donne, i pensionati, gli anziani, i giovani... Questo -aggiunge il leader del Pdci, riferendosi al centrodestra- e' quello che hanno fatto quando hanno governato. Ora, questo e' successo sette anni fa. Vogliamo ragionare non pensando al passato? Bene, facciamolo, ma senza demagogia, senza dire che il governo Berlusconi rendera' piu' sicure le citta'. Noi -prosegue l'ex ministro di Grazia e Giustizia- abbiamo fatto delle cose. Certo, non abbiamo risolto tutti i problemi, ma i dati diffusi recentemente dalla Confesercenti dicono che i reati contro il patrimonio sono in netta diminuzione''.

(Rgg/Zn/Adnkronos)