ETRUSCHI: PREMIO A SEMERANO, STUDIOSO CHE FA PAURA ALL'ACCADEMIA
ETRUSCHI: PREMIO A SEMERANO, STUDIOSO CHE FA PAURA ALL'ACCADEMIA
A 90 ANNI CONQUISTA PRIMO RICONOSCIMENTO ISTITUZIONALE

Firenze, 10 lug. (Adnkronos) - Ha dovuto aspettare 90 anni Giovanni Semerano prima di ottenere il primo riconoscimento istituzionale per le sue importanti scoperte sulle lingue antiche, in particolare sull'etrusco. Lo studioso fiorentino, classe 1911, ha ricevuto oggi, per la prima volta, un premio, la 'Targa d'Argento' del Consiglio regionale della Toscana, che il presidente Riccardo Nencini gli ha attribuito per la sua ipotesi sulla 'madre di tutte le lingue', che per Semerano sarebbe l'accadico-sumero. Semerano ha ricevuto il riconoscimento in palazzo Panciatichi, visibilmente commosso. Sono considerati ''rivoluzionari'' gli studi sulle origini della lingua etrusca portati avanti dallo studioso premiato.

In quarant'anni di studi Semerano ha rivoluzionato le teorie legate all'indo-europeo come ceppo delle lingue mediterranee ed europee. Le sue ipotesi sono state snobbate per decenni dall'Accademia italiana, che ha sempre ignorato i suoi contributi, fino a quando di recente il suo libro ''Le origini della cultura europea'' e' stato salutato con grande interesse dai filosofi Massimo Cacciari, Emanuele Severino e Umberto Galimberti. Giovanni Semerano e' stato definito uno studioso ''eretico'' perche' cancella secoli di studi filologici che vedono nelle filosofie greco-latine le origini della cultura europea. Grazie ai suoi studi etimologici, il filologo novantenne sostiene invece che la cultura occidentale e' nata tra gli Assiri e gli Sciiti.

(Pam/Gs/Adnkronos)