MEETING: BUTTIGLIONE E IL GELO DI CL, SONO SOLO VECCHIO AMICO
MEETING: BUTTIGLIONE E IL GELO DI CL, SONO SOLO VECCHIO AMICO
IL MINISTRO CRITICA LA TRASFORMAZIONE IN ''CORRENTE POLITICA''

Rimini, 22 ago. (Adnkronos) - Dopo otto anni Rocco Buttiglione, ex ideologo di Comunione e Liberazione, torna al Meeting di Rimini e lo fa nelle vesti istituzionali di ministro delle Politiche comunitarie. A invitarlo non e' stata pero' l'organizzazione della kermesse ciellina, bensi' la casa editrice Ares, vicina all'Opus Dei, per la presentazione di un libro. Continua cosi' 'il gelo' che da tempo regna tra Buttiglione e il movimento fondato da don Luigi Giussani, dopo l'interruzione dei loro rapporti nel 1992 in seguito a divergenze sulle posizioni politiche di Comunione e Liberazione.

In questa chiave si puo' forse comprendere anche la mancata partecipazione di Buttiglione alle conferenze stampa ufficiali organizzate dal Meeting. Il filosofo, fino a qualche tempo fa prediletto da Giussani e da Papa Giovanni Paolo II, e' stato cosi' 'costretto' a convocare autonomamente una propria conferenza stampa per domani al Grand Hotel di Rimini. ''Sono qui come un vecchio amico'', ha sottolineato Buttiglione parlando con i giornalisti. E riguardo al ''gelo'' il ministro ugualmente precisa che non e' tanto con ''il movimento di Cielle'' quanto con alcuni suoi dirigenti.

''L'appartenenza a un movimento e' una cosa del cuore. Poi ognuno nella vita deve prendersi le sue responsabilita'. Io non ho condiviso le scelte di alcuni del movimento, forse favorite anche dalla guida dello stesso movimento, ma che non sono mai state le scelte del movimento. E questo perche' -ha spiegato sempre Buttiglione- Comunione e Liberazione e' un movimento di educazione alla fede e non una corrente politica''.

(Pam/Gs/Adnkronos)