GIORNALISMO: MORTO ADRIANO DE ZAN, VOCE DEL CICLISMO
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


GIORNALISMO: MORTO ADRIANO DE ZAN, VOCE DEL CICLISMO
UNO DEI PIU' AMATI TELECRONISTI, AVEVA 69 ANNI

Milano, 24 ago. (Adnkronos) - E' morto a Milano il telecronista Adriano De Zan, la 'voce del ciclismo' che dagli anni Cinquanta commentava per la Rai le piu' importanti corse in bicicletta. De Zan, che aveva 69 anni, e' morto in una clinica di Milano dove era stato ricoverato per una grave malattia. Nato a Roma nel 1932, De Zan era entrato in Rai nel 1952 e dal 1954 commento' la sua prima Milano-Sanremo. Da allora segui' le varie gare ciclistiche per la Rai, raccontando oltre 40 giri d'Italia e oltre trenta Tour de France. Tra il 1976 e il 1983 aveva condotto la 'Domenica sportiva' e nell'edizione 1992-93 'Il processo del lunedi''.

De Zan era una delle voci piu' popolari dell'emittenza radiotelevisiva: basti pensare alla sua incredibile capacita' di citare con chiarezza e velocita' i corridori arrivati al traguardo e la sua conoscenza enciclopedica del mondo del ciclismo. Memorabile, nel 1976, l'incidente verificatosi al 'Giro di Toscana' quando il tecnico della Rai riprese solo l'arrivo del gruppo 'bucando' la solitaria vittoria di Perletto che, intanto, era gia' sul palco; De Zan riusci' a far replicare al vincitore il taglio del traguardo a braccia alzate e il servizio ando' in onda montato alla perfezione. Il figlio di Adriano De Zan, Davide, ha seguito le orme del padre ed e' diventato la voce del ciclismo prima per Tmc e poi per Mediaset.

(Ken/Gs/Adnkronos)