TERRORISMO: IL PACCO-BOMBA FORSE COSTRUITO GRAZIE A INTERNET
TERRORISMO: IL PACCO-BOMBA FORSE COSTRUITO GRAZIE A INTERNET
L'ESPLOSIVO FACILMENTE REPERIBILE NEI GIOCHI PIROTECNICI

Firenze, 11 set. - (Adnkronos) - Il plico-bomba inviato ieri mattina al prefetto di Firenze, Achille Serra, e' stato confezionato molto probabilmente seguendo le istruzioni dei 'manuali di guerriglia urbana' rintracciabili su Internet. E' questa una delle ipotesi che stanno vagliando attentamente gli investigatori che indagano sull'attentato fiorentino. Un'analoga pista e' all'attenzione degli stessi investigatori fiorentini per un altro attentato avvenuto in citta' alla fine di agosto, quando fu rinvenuto un pacco-bomba nei pressi del Consolato degli Stati Uniti. Secondo i periti della Questura che stanno esaminando il plico esplosivo, all'interno della busta commerciale indirizzata alla Prefettura figura un composto utilizzato spesso nei giochi pirotecnici, soprattutto di quelli venduti in prossimita' degli stadi di calcio la domenica ai tifosi ultras.

La miscela esplosiva risulterebbe composta da clorato di potassio e alluminio, sostanze che erano state collegate ad un innesco a strappo che interagiva con una pila. Nel caso in cui fosse stato maneggiato l'innesco, la busta sarebbe esplosa. Simili congegni appaiono 'reclamizzati'' on line e gli inquirenti intendono verificare la pista nella speranza di poter risalire agli autori dell'attentato. Sono in corso anche gli esami sulla busta commerciale che racchiudeva l'ordigno esplosivo, per cercare di individuare impronte digitali o altri segni particolari. Non si esclude neppure una perizia grafologica sull'indirizzo che compare sulla busta scritto a mano. Altre indagini vengono condotte per cercare di risalire all'ufficio postale di Firenze dove e' stato imbucato il plico, affrancato con 6.500 lire.

(Xio/Rs/Adnkronos)