USA: MIGONE, E' STATA UNA PICCOLA PEARL HARBOUR
USA: MIGONE, E' STATA UNA PICCOLA PEARL HARBOUR

Torino, 11 set. - (Adnkronos) - ''Si tratta di una piccola Pearl Harbour sia nel senso della vulnerabilita' anche dei piu' forti, sia per le conseguenze che ora possono scaturire, che ci auguriamo, pero', non debbano essere quelle del passato''. Cosi' l'ex presidente della commissione Esteri del Senato, Gian Giacomo Migone, commenta gli attacchi sferrati dai terroristi negli Usa. Esprimendo solidarieta' al popolo e alle istituzioni americane colpite, Migone ha poi osservato: ''Questi attentati hanno la logica di provocare cio' che deve essere evitato, cioe' una nuova bipolarizzazione tra Nord e Sud del mondo che sarebbe disastrosa. Si e' appena conclusa una guerra fredda, infatti, e non abbiamo bisogno che se ne apra un'altra''.

''Ogni tendenza ad interpretare questi avvenimenti in questa direzione non farebbe che fare il gioco degli attentatori -ha continuato Migone-, per questo mi auguro che l'Europa e l'Onu abbiamo la capacita' di essere al fianco del popolo americano e di affrontare, nello stesso tempo, questo tragico momento in una logica non distruttiva delle capacita' di collaborazione delle forze che sono all'interno della comunita' internazionale''.

A chi gli chiedeva se questo fatto puo' accelerare il processo di costruzione di uno scudo antimissili, Migone ha concluso: ''In questo caso non si tratta di difendersi dai missili di lunga gittata, e' piuttosto un problema di sicurezza antiterroristica sul territorio americano e di un banale controllo degli spazi aerei evidentemente difficile da realizzare''.

(Abr/Rs/Adnkronos)