SANREMO: BAUDO, GIOVANI MEDIOCRI? ASPETTATE DI SENTIRLI A MARZO
SANREMO: BAUDO, GIOVANI MEDIOCRI? ASPETTATE DI SENTIRLI A MARZO
ASCOLTO NOBILISSIMO E DA DOMANI COMINCIO LE TELEFONATE AI BIG

Roma, 15 nov. - (Adnkronos) - ''Le voci di Sanremo Giovani non sono piaciute? E' un classico delle voci nuove. E' accaduto sempre, da Drupi a Zucchero. E' normale al primo ascolto. I critici devono aspettare il Festival dove questi giovani porteranno i loro brani. E ce ne sono almeno 5-6 davvero belli''. Pippo Baudo risponde cosi' alle critiche ricevute dalle nuove proposte sanremesi dopo la vetrina di mercoledi' sera. Quanto agli ascolti non da record ottenuti da ''Sanremo Giovani'' (4 milioni 278 mila, share 18.94%), Baudo parla di ''ascolto nobilissimo per una trasmissione fatta da ragazzi, senza classifica, senza concorso, insomma senza il 'sangue' dell'eliminazione. E poi -sottolinea Baudo- abbiamo proposto uno spettacolo stilisticamente elegante. Io sono soddisfatto''.

Chiuso il capitolo di Sanremo Giovani e incassata la certezza che ''i grandi stranieri saranno al festival'' (''per Dylan ormai e' questione di dettagli e non sara' il solo''), Baudo ora concentrare le sue energie sui Big da portare in gara al Festival: ''Da domani -dice- iniziero' le telefonate. Ho intenzione di fare un lavoro 'porta a porta'. Grandi ritorni alla Ramazzotti o Pausini? A chi non piacerebbe ma mi sembra difficile, sono sempre in giro per il mondo. Ma mi piacerebbe ancora di piu' portare all'Ariston canzoni come 'Terra Promessa' o 'La solitudine'. Quella sarebbe la vera vittoria''.

(Nex/Pn/Adnkronos)