AFGHANISTAN: IMMINENTE LA RESA DI KUNDUZ (2)
AFGHANISTAN: IMMINENTE LA RESA DI KUNDUZ (2)

(Adnkronos) - Il segretario della Difesa americano, Donald Rumsfeld, si e' dichiarato decisamente contrario all'apertura del corridoio, alla fuga cioe' dei fedelissimi di Osama bin Laden.

''La mia idea su qualunque negoziato in qualunque punto del Paese e' molto semplice -ha dichiarato il capo del Pentagono- se la gente non si arrende, deve essere combattuta''. ''E' inaccettabile -ha aggiunto Rumsfeld- che pongano condizioni di qualsiasi tipo. E' inaccettabile la possibilita' che gli stranieri, cinesi, ceceni, arabi, uomini di al-Qaeda, possano rimanere liberi sulla base del principio che tutti devono lasciare l'Afghanistan per poi portare il terrore e destabilizzare altri paesi''.

Islamabad, pur non ammettendo che fra i combattenti vi siano cittadini pachistani, denuncia il pericolo che le forze asserragliato a Kunduz possano essere massacrate dai mujahiddin dell'Alleanza del Nord. (segue)

(Tel/Gs/Adnkronos)