BOSNIA: DA CISL E REGIONE LOMBARDIA AIUTI A SVILUPPO
BOSNIA: DA CISL E REGIONE LOMBARDIA AIUTI A SVILUPPO

Milano, 22 nov. (Adnkronos)- Un Fondo di garanzia per favorire lo sviluppo e l'occupazione a Mostar e' stato creato in Bosnia per iniziativa della Cisl Lombardia, con il finanziamento della Regione. Il programma prende il via in questi giorni ed e' dotato di risorse per 135 mln, in grado di alimentare investimenti per circa 1 mld di lire. Lavoratori, commercianti, piccoli imprenditori potranno richiedere i finanziamenti e, una volta ottenuta una valutazione positiva, la banca provvedera' a versare i capitali richiesti, il cui recupero e' assicurato dal Fondo di garanzia.

Il progetto prevede che i prestiti avvengano ad un interesse inferiore di alcuni punti rispetto a quello praticato dalle banche locali e che i tempi di rimborso del capitale siano meno incerti di quanto spesso non avvenga in Bosnia Erzegovina. Il progetto, gestito all'Iscos, l'Istituto di cooperazione internazionale della Cisl, e' sostenuto, oltre che dalla Regione Lombardia, dai contributi dei lavoratori delle banche, del settore agroalimentare e dagli iscritti Cisl di Cremona, Monza e Lodi.

Per gestire il progetto e' stata creata una ''Organizzazione del microcredito Iscos Mostar'', il cui statuto e' stato approvato dal Ministero competente della Federazione croato-musulmana di Sarajevo e nel cui Consiglio di amministrazione siedono i rappresentanti del Cantone Erzegovina Neretva, del Comune di Mostar e del sindacato locale.

(Red-Car/Lr-Pe/Adnkronos)