USA: DONNE, SE CI CONTROLLANO GLI UOMINI NON VOLIAMO PIU'
USA: DONNE, SE CI CONTROLLANO GLI UOMINI NON VOLIAMO PIU'
PROTESTA PER L'ATTUAZIONE DELLE NUOVE NORME DI SICUREZZA

Washington, 22 nov. - (Adnkronos) - In occasione della festa del Ringraziamento molte donne hanno deciso di non salire a bordo di un aereo non per timore di una bomba, un dirottamento, o un sabotaggio, ma perche' non volevano ''essere palpeggiate da un agente addetto alla sicurezza con poco tatto''. A lanciare il nuovo allarme al femminile e' il New York Times a cui ha scritto un gruppo di indefesse viaggiatrici denunciando che negli aeroporti Usa nel caso in cui ''il ferretto di un reggiseno fa scattare l'allarme di un metal detector'', la perquisizione manuale poi e' eseguita non da agenti donna, come avveniva prima dell'applicazione delle nuove norme per la sicurezza, ma da uomini spesso bruschi ed incauti.

''Neanche nelle prigioni si e' sottoposti a rudi palpeggiamenti come lo siamo adesso'', sostiene il gruppo di donne rilevando che spesso ''non essendo gradito il modo in cui un uomo ti avvicina'', si potrebbe tranquillamente parlare di molestia sessuale. La Faa (Federal Aviation Authority) sembra tuttavia cadere dalle nuvole e ribatte che ''sono previsti agenti di ambo i sessi al controllo passeggeri proprio per evitare situazioni di questo tipo''.

In occasione della festa del Ringraziamento, questioni femminili a parte, la ''Travel Industry Association'' ha registrato un calo del 20 pc nella vendita del biglietti aerei, un aumento del 10 pc degli affitti di automobili ed una crescita del 20 pc per quanto riguarda le prenotazioni sulla linea nazionale di pullman ''Greyhound''. L'87 pc dei viaggiatori ha raggiunto le famiglie in automobile, creando, soprattutto mercoledi', lunghissimi incolonnamenti alle uscite delle citta'.

(Rol/Zn/Adnkronos)