AMBIENTE: FORMIGONI, DA MATTEOLI APPREZZAMENTO PER LOMBARDIA
AMBIENTE: FORMIGONI, DA MATTEOLI APPREZZAMENTO PER LOMBARDIA

Milano, 22 nov. - (Adnkronos) - ''Il ministro Matteoli ha apprezzato molto le politiche innovative in tema ambientale presentate dalla Lombardia, perfettamente in linea con i programmi del governo nazionale, in particolare l'iniziativa sulla riduzione dell'inquinamento a Milano che abbiamo condotto coinvolgendo Comune e Provincia di Milano, per la quale ho chiesto e ottenuto un impegno finanziario diretto da parte del ministero''. Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, sintetizza cosi' l'incontro avuto questa mattina a Roma con il ministro per l'Ambiente, Altero Matteoli.

Un incontro, che lo stesso ministro, si legge in una nota della regione Lombardia, ha definito: ''Fortemente positivo per la sintonia nell'impostazione complessiva delle tematiche ambientali e ancor piu' considerata la valenza di una regione come la Lombardia, quasi uno Stato, dove la forza e la capacita' industriale ben si coniugano con il grande rispetto per l'ambiente e con la sperimentazione di formule innovative per godere di questo patrimonio uscendo da una logica puramente vincolistica''.

Molti i punti all'ordine del giorno dell'incontro di oggi a partire dallo stato di avanzamento dell'accordo di programma quadro su ambiente ed energia sottoscritto da ministero e Regione lo scorso 2 febbraio. Per questo Formigoni ha chiesto a Matteoli d'inserire nell'accordo (che mobilita 157 miliardi per una serie di interventi che vanno dal teleriscaldamento agli impianti solari, dal recupero dei parchi alle risorse idriche, in grado di attivare complessivamente investimenti per oltre 600 miliardi) l'avvio del progetto di riqualificazione del Parco Agricolo Sud Milano nell'area Nosedo-Chiaravalle, e l'attuazione del protocollo d'intesa firmato con Comune e Provincia di Milano in particolare per quanto riguarda la sperimentazione dell'utilizzo di combustibili a ridotto impatto ambientale (idrogeno), la produzione di energia elettrica da centrali a ciclo combinato nelle grandi aree urbane, l'incremento dell'uso di auto elettriche nei centri storici attraverso la possibilita' per i cittadini di noleggiarle sul posto. (segue)

(Red-Car/Lr-Rs/Adnkronos)