GIUSTIZIA: COMMISSIONE FI? PROTESTE DA CSM, IBRIDO MOSTRUOSO
GIUSTIZIA: COMMISSIONE FI? PROTESTE DA CSM, IBRIDO MOSTRUOSO
ROSSI, SI VUOLE TRATTARE MAGISTRATURA ALLA STREGUA DELLA MAFIA

Roma, 22 nov. - (Adnkronos) - Un ''ibrido mostruoso'', una proposta ''inaccettabile''. Soprattutto dopo le parole del capo dello Stato. E' forte la protesta che si leva dal Csm contro la commissione parlamentare d'indagine sull'uso politico della giustizia, proposta dai deputati di Fi Fabrizio Cicchitto e Michele Saponara. ''Stento a credere che la proposta sia 'vera' -afferma il consigliere Nello Rossi, togato di Md- e che, proprio all'indomani dell'alto monito del presidente Ciampi, si voglia davvero impegnare il Parlamento nell'esame di un progetto che contrasta radicalmente con la Costituzione e con ogni regola in tema di divisione dei poteri dello Stato''.

La commissione proposta, tuona ancora Rossi, e' infatti ''un ibrido mostruoso''. ''In parte -osserva- costituirebbe una sorta di organo politico di polizia, inquirente esclusivamente sulla magistratura, investito del potere di accertare l'esistenza di comportamenti che costituirebbero gravissimi reati dei magistrati requirenti e giudicanti. In parte sarebbe giudice politico di quarto grado ed inappellabile dei processi sgraditi. Istituire una siffatta Commissione significherebbe -denuncia- trattare la magistratura alla stregua della mafia e la giurisdizione come una realta' costellata di abusi criminali. E' una proposta che non potrebbe passare in nessuno Stato liberaldemocratico. E quindi neppure in Italia''.

Protesta anche il collega Armando Spataro, togato del Movimento per la giustizia. ''Ecco i primi frutti -afferma ironicamente- dell'appello del presidente della Repubblica... Questo e' il modo con cui alcuni parlamentari interpretano l'invito del capo dello Stato al rispetto della divisione dei poteri''. (segue)

(Arc/Pn/Adnkronos)