GIUSTIZIA: SINDACATI, A VENEZIA SI RISCHIA LA PARALISI (2)
GIUSTIZIA: SINDACATI, A VENEZIA SI RISCHIA LA PARALISI (2)
DOMANI INCONTRO INFORMALE CON VIETTI

(Adnkronos) - Altri seri problemi strutturali vengono segnalati nel documento per 'Palazzo Diedo' (Tribunale di sorveglianza, uffici della procura ordinaria e del Tribunale ordinario), dove sono ancora da costruire una scala esterna antincendio e un ascensore sia per il pubblico, sia per usi di trasporto pratiche interno.

Per quanto riguarda gli organici, i sindacati lamentano una carenza media di personale del 20% rispetto alle necessita' minime, con punte superiori anche al 50%. ''Per una tradizione, forse legata alla maledizione del Settentrione -continua il testo- la procura veneziana non e' mai stata coperta nelle sue piante organiche, ad eccezione di un periodo, quando nel 31 dicembre del '95 qualcuno al ministero penso' di inviare a Venezia, proprio alla procura, una quarantina di persone. Queste, vennero pero' successivamente smistate ad altri uffici''.

Attualmente, su 125 persone in pianta organica, ne sono in carico solo 99, piu' un lavoratore part-time. Particolarmente grave, a detta dei sindacati, e' la situazione dei commessi, quegli stessi che effettuano i collegamenti tra i 10 palazzi di giustizia lagunari: in teoria dovrebbero essere 13, ma in realta' sono solo sette. Problemi riguardano anche altri livelli sotto organico, come gli operatori giudiziari, gli assistenti (ora cancellieri) un primo dirigente atteso ancora dal 1987 e tutte le figure professionali di tipo informatico. Paradosso a cavallo fra il problema delle sedi e quello degli organici e' la mancanza di motoscafisti: questi non sono infatti previsti nella pianta organica, sebbene la procura abbia in carico due motoscafi e, come e' ben noto, nella Venezia lagunare non si circola se non sui canali.

Domani, nel corso di un incontro informale che i rappresentanti sindacali avranno in procura con il sottosegretario alla giustizia Giuseppe Vietti, verranno approntati tutti i problemi della ''emergenza giustizia a Venezia''.

(Apd/Rs/Adnkronos)