SINISTRA: D'ALEMA, RIFORMISMO UNICA SCELTA (2)
SINISTRA: D'ALEMA, RIFORMISMO UNICA SCELTA (2)

(Adnkronos) - D'Alema ha poi attaccato la destra che ''non e' in grado di fare nessuna riforma di modernizzazione. La Thatcher aveva attaccato il Welfare pero' pensava a delle modernizzazioni, che erano senza equita' ma comunque rispondevano a un sistema sociale che stava invecchiando. In Italia invece abbiamo una destra che blocca ogni slancio di modernita' e non a caso si e' interrotto il processo delle privatizzazioni''.

Alla sinistra Massimo D'Alema suggerisce ''di avere piu' coraggio liberale, superare tutte quelle rendite di interesse che bloccano lo sviluppo di questo paese. Bisogna rivedere la situazione degli ordini professionali e delle corporazioni che sono un ostacolo allo sviluppo economico e sociale. In queste cose -ha concluso D'Alema- dobbiamo trovare le ragioni per l'agire di oggi e non pensare solo alle ragioni del passato''.

Per Giuliano Amato la sinistra deve combattere ''il tentativo della destra di destrutturare la societa' pensando che ognuno possa fare da solo. In realta' c'e' pero' chi fa per tre e chi non fa neanche per un terzo. La differenza tra destra e sinistra e' che la prima pensa solo all'individuo mentre la seconda trova la difesa dell'individuo anche in ragioni collettive. La destra vuole solo una societa' chiusa e un mercato aperto, vuole commerciare le merci ma non vuole avere rotture di scatole sociali e quindi vuole una societa' chiusa e bloccata ad ogni cambiamento''.

(Dra/Zn/Adnkronos)