TAORMINA: CASTELLI, VERGOGNOSA E' LA MALAFEDE DI ANGIUS
TAORMINA: CASTELLI, VERGOGNOSA E' LA MALAFEDE DI ANGIUS
''NON SFUGGO A CHIARIMENTO, DA DS SCONTRO PERSONALE CONTRO DI ME''

Roma, 22 nov. - (Adnkronos) - ''Vergognoso il mio comportamento? E' vergognosa la malafede di Angius, una malafede che conosco ormai da cinque anni...''. Il ministro della Giustizia Roberto Castelli replica agli attacchi del capogruppo Ds in Senato Gavino Angius, che lo ha accusato di essere ''fuggito'' per non dover rispondere sul 'caso' Taormina.

''Il governo -afferma il Guardasigilli- non sta sfuggendo a nessun chiarimento sulla questione Taormina, ne' tanto meno il ministro della Giustizia. Ricordo che mi sono sempre reso disponibile a intervenire in aula quando mi e' stato richiesto. E ricordo anche che l'onorevole Taormina non e' un sottosegretario alla Giustizia, come si ostinano invece a riportare alcuni mezzi di informazione, non so se per sbadataggine o malafede, ma appartiene ad altro ministero. Non tocca quindi a me rispondere ad interrogazioni sul suo conto''.

Angius e ''parte del suo partito'', denuncia ancora Castelli, mostrano ''la volonta' di alimentare uno scontro personale contro di me''. ''Si tratta di un tentativo patetico, portato avanti -attacca- da alcuni esponenti di un partito dilaniato, persone che non hanno piu' seguito nel Paese. Se vogliamo parlare di cose 'vergognose', allora andiamo a guardare cosa e' stato fatto dallo scorso governo in materia di giustizia''.

(Sin-Arc/Zn/Adnkronos)