TV: ANCORA POLEMICHE TRA STEFANO SALVI E ANTONIO RICCI
TV: ANCORA POLEMICHE TRA STEFANO SALVI E ANTONIO RICCI
L'EX VICE GABIBBO 'MINACCIATO' CON UNA DIFFIDA

Campobasso, 3 dic. (Adnkronos) - Non accennano a placarsi le polemiche fra Stefano Salvi e gli autori di ''Striscia la Notizia''. All'indomani del suo spettacolo ''Si Salvi chi Puo''', tenuto ieri sera al Blue Note di Campobasso, Salvi riprende ironicamente la polemica con Ricci e le reti Mediaset, rendendo pubblica oggi una lettera di diffida inviatagli dall'ufficio legale del gruppo Rti, sabato primo dicembre, ovvero alla vigilia dello spettacolo di ieri sera. Con la missiva, la Rti ha ''ricordato'' all'ex vice gabibbo che l'azienda ''detiene in esclusiva i diritti di sfruttamento economico di quanto contenuto nel programma ''Striscia la Notizia'' diffidando Salvi ''da qualsiasi utilizzazione di immagini e/o materiale del suddetto programma, nonche' dall'intraprendere qualsiasi iniziativa che possa far credere un qualsivoglia collegamento tra le reti del gruppo Mediaset e la sua persona''. La Rti, inoltre, ''si riserva, in caso di inottemperanza alla diffida, di intraprendere ogni azione per la tutela dei nostri diritti''.

''Non ho mai utilizzato il materiale Mediaset'' ha dichiarato Salvi all'Adnkronos. Ripercorrendo poi le polemiche degli ultimi mesi avute con Antonio Ricci, Salvi ha aggiunto: ''Ricci prima ha detto che non ero stato buttato fuori da 'Striscia' e che mi avrebbe fatto una punturina e sarei tornato quello di prima, poi ha detto che non ero stato buttato fuori per l'intervista a Gianstefano Frigerio ma per quella a Cofferati, e gia' qui - fa notare Salvi - c'e' la prima contraddizione, perche' allora e' vero che sono stato buttato fuori. In seguito, - ha proseguito l'ex vice gabibbo - Ricci ha detto che mi avrebbe ripreso quando si sarebbe abbassato il mio livello di megalomania. Ultimo atto della storia, sabato mi e' arrivata la lettera. Cio' considerato - ha concluso Salvi - Io non avro' le idee chiare ma c'e' qualcuno che le ha ancor meno chiare di me''.

(Acb/Gs/Adnkronos)