CHIRURGIA PLASTICA: BOOM DI RICHIESTE FRA MINORENNI ITALIANE
CHIRURGIA PLASTICA: BOOM DI RICHIESTE FRA MINORENNI ITALIANE
L'ESPERTO, +70% NEL 2001 E 7 MAMME SU 10 DICONO SI'

Milano, 7 dic. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Il bisturi 'seduce' sempre piu' le minorenni italiane: sognano la carriera televisiva e pretendono di ritoccare seno, glutei, bocca e zigomi per 'bucare' il video. E la richiesta 'lievita': il 2001 fa registrare un aumento del 70% rispetto all'anno scorso. A descrivere il 'fenomeno' e' Giulio Gherardini, responsabile del Centro nazionale per la Chirurgia estetica di Londra, attivo anche a Forli', Napoli, Roma e Salerno. E alla richiesta della ragazzina - riferisce l'esperto all'Adnkronos Salute - il 'cuore di mamma' acconsente, ''7 volte su 10, infatti, la minorenne arriva in studio accompagnata da madri che annuiscono, non lesinando suggerimenti, indicazioni e consigli''.

L'ansia delle adolescenti di ''rifarsi i connotati - prosegue Gherardini - e' un fenomeno in forte crescita. In Inghilterra le prime avvisaglie si erano avute gia' lo scorso anno, complice il fenomeno Britney Spears, la baby-cantante che e' ricorsa al bisturi per trasformare la sua immagine acqua e sapone in una decisamente piu' aggressiva, da vamp''. In Italia, invece, ''il vero 'boom e' stato quest'anno''.

E sulle ragioni che spingono un esercito di teen-ager a voler tradire Madre Natura e mettersi in fila per un corpo 'ideale' lo specialista non ha alcun dubbio: ''Realizzando uno studio motivazionale sulle ragazze che negli ultimi 12 mesi si sono rivolte a noi per chiedere interventi di chirurgia plastica - riferisce - ho osservato che al primo posto c'e' il sogno della carriera nel mondo della moda o dello spettacolo (41%), al secondo la voglia di apparire piu' belle in societa' e tra le amiche (29%) e al terzo la gioia di 'spendere' un regalo di genitori o fidanzato (17%)''. Perche' il dono piu' richiesto, spiega Gherardini, e' proprio questo: ''Rifarsi come le star della tv''. Dono che i genitori, ''soprattutto quelli con scarse possibilita' economiche, accettano di soddisfare, considerandolo un investimento per il futuro''. (segue)

(Sal/Rs/Adnkronos)