MARTA RUSSO: I GENITORI, FERRARO NON NOMINI NOSTRA FIGLIA (2)
MARTA RUSSO: I GENITORI, FERRARO NON NOMINI NOSTRA FIGLIA (2)
CERCHIAMO UN EDITORE CHE PUBBLICHI LE TRE SENTENZE

(Adnkronos) - I genitori di Marta Russo sono delusi. ''Credevamo fosse l'ultima tappa del nostro calvario. Speravamo almeno in una conferma della sentenza di secondo grado. Intendiamoci -precisa Donato- non ci interessa la vendetta. La convinzione della loro colpevolezza non e' nata dal nulla. L'abbiamo maturata in tanti anni di udienza e poi ci sono due sentenze di colpevolezza nei loro confronti''. Ben 900 le pagine in cui nero su bianco vennero decretate le condanne nei confronti di Ferraro, Scattone e Liparota. Pagine che ora i genitori di Marta Russo non vogliono vadano disperse. Ecco perche' ad un certo punto lanciano un appello. ''Cerchiamo un editore disponibili a pubblicare le tre sentenze. Noi non abbiamo la possibilita' economica di farlo, ma qualcuno ci aiuti, si faccia avanti per fare conoscere alla gente la verita'''.

Gia', la verita': e' proprio questo che da' ancora la forza a questi due genitori. La verita' e il desiderio di onorare la memoria della figlia. ''Nessuna sentenza ormai ci restituira' nostra figlia, ma Marta aveva scelto giurisprudenza proprio per il suo forte senso di giustizia e noi lo porteremo avanti sino al raggiungimento della verita'''. Giustizia e aiuto al prossimo. Saranno dunque questi i due principali obiettivi della famiglia Russo che continua a portare avanti l'associazione per la donazione degli organi, secondo un desiderio che la loro figlia aveva gia' maturato all'eta' di 15 anni.

Donato e Aureliana pero' ad un certo punto della vicenda si sono sentiti abbandonati dall'opinione pubblica. Sono loro stesso a dirlo a margine della conferenza stampa. ''Subito dopo la sentenza di secondo grado -dicono- la gente ci ha un po' abbandonato ed ha assunto un atteggiamento innocentista nei confronti degli imputati''.

(Dav/Zn/Adnkronos)